domenica 27 ottobre 2013

STRUDEL DI MELE E MANDORLE

 
Che fare con una cassa di meravigliose mele croccanti della Val di Non, raccolte proprio lì, in questa stagione? Anzitutto mangiarle così, perchè sono una delizia. Poi il dolce con le mele di quelle parti per eccellenza, lo strudel. Ora, a me piace da morire, ha la pasta non dolce, un ripieno strabiliante, per farlo mangiare anche ai bambini non ho messo l'uvetta (abbastanza fondamentale), comunque non lo mangiano lo stesso..Intanto lo faccio per due cari amici che non vediamo quasi mai e che per l'occasione si presentano con il gelato alla vaniglia (strudel caldo e gelato mmmmmm), poi oggi ne porto un pezzo alla nonna Giulia che di solito sbiffa le mie creazioni ma so che di strudel va matta :)
 
INGREDIENTI
250 gr di farina bianca
1 uovo
100 dl di acqua tiepida
2 cucchiai di olio d'oliva
1 presa di sale
1 kg mele
1 limone non trattato
100 gr di mandorle in granella
50 gr di burro fuso
20 gr di biscotti secchi sbriciolati
75 gr di zucchero bianco
1 cucchiaino di cannella
i semini di una bacca di vaniglia
 
Per la pasta mettete farina e sale sulla spianatoia, al centro l'uovo e l'olio e incominciate velocemente ad impastare, aggiungendo acqua finchè non avrete una pasta elastica, non appiccicaticcia, senza grumi (a me non è servita tutta). Mettete in una terrina coperta da un canovaccio a riposare almeno 1 ora.
Nel fratempo detorsolate le mele e tagliatele a fettine. Ponetele in una ciotola con il succo del limone e conditele con vaniglia, zucchero, cannella e la buccia del limone grattugiata.
Accendete il forno a 200° e preparate un canovaccio infarinato. Stendete la pasta con il mattarello in un rettangolo fino a renderla quasi trasparente, e mettetela sul canovaccio. Ricopritela con i biscotti, poi con le mele ed infine con le mandorle. Arrotolate il tutto per formare un "salame" che spennellerete con il burro fuso. Infornate per 40 minuti e servite tiepido con gelato alla vaniglia (courtesy of Paola & Angi).